Antica Novena

1

Oh! Santo Apostolo della Spagna e nostro protettore Giacomo, per la meravigliosa prontezza che mostaste nell'ubbidire alla voce del Verbo Umanato, e che al dì vi scelse per uno dei suoi compagni nell'apostolato e che lasciaste ogni altro bene per seguirlo.

Vogliate impetrarci dal Medesimo una risoluta corrispondenza alla Divina ispirazione che ci invita a vivere dimentichi di questo mondo e pronti a procacciarsi i beni del Paradiso.

PATER, AVE E GLORIA

Oh Gran Santo Protettore

ab eterno destinato

al supremo apostolato

fosti accetto a Dio Signore

Oh! Gran Santo Protettore. (bis)

2

Oh! Santo Apostolo della Spagna e nostro protettore Giacomo, per il quale nome di tuono che ottenesti dal vostro cugino Gesù per cui metteste in rovina gli eserciti dei mori, nemici del nome cristiano, vogliate bandire da noi l'orgoglio dei tre nostri principali nemici che congiurano contro le nostre anime e che sono: il mondo, la carne ed il demonio.

PATER, AVE E GLORIA

Nome aveste Boanerghes

Che vuol dire figlio del tuono

per te vinti i mori sono.

Plaude Spagna al tuo valore

Oh! Gran Santo Protettore. (bis)

3

Oh! Santo Apostolo della Spagna e nostro protettore Giacomo, per il grande affetto che verso di voi dimostrò il Vostro caro Maestro nella sua inseparabile compagnia, anche nei misteri più reconditi di nostra fede, vogliate accedere nel nostro cuore un'ardente devozione al vostro culto ed una fornace d'amore verso Dio.

PATER, AVE E GLORIA

Fosti appena un dì chiamato

Lasci reti, mare e barca

Per seguire il gran monarca

Con sincero e puro amore

Oh! Gran Santo Protettore. (bis)

4

Oh! Santo Apostolo della Spagna e nostro protettore Giacomo, per la mirabile visione che aveste della Regina del Cielo cui serviste di strumento, con l'assistenza degli Angeli per edificare a suo onore la prima chiesa nella capitale d'Aragona, vogliate impetrarci dalla medesima un'ardente brama di servirla ed una vera devozione al suo venerabile nome.

PATER, AVE E GLORIA

Di Maria pur foste amante

A cui templi e chiese alzasti

Fa che noi umili e casti

Stesse impressa sempre al core,

oh! Gra Santo Protettore. (bis)

5

Oh! Santo Apostolo della Spagna e nostro protettore Giacomo, per l'ardente zelo che mostraste in difesa del Nazareno, esponendovi a vendicare le ingiurie fattigli dai Samaritani, vogliate talmente accendere nel nostro petto un eccessivo desiderio di difendere il suo amore che, ove si tratta di impedire ogni minima colpa, posponessimo anche col sangue la vita.

PATER, AVE E GLORIA

Nel mirarti acceso e ardente

E ripien di santo zelo a mostrar la vita al cielo,

ne gioisce il nostro core

oh! Gran Santo Protettore. (bis)

6

Oh! Santo Apostolo della Spagna e nostro protettore Giacomo, per i due prodigiosi miracoli che faceste in atto di andare alla morte, allorchè sanaste il paralitico e convertiste alla fede uno dei vostri principali carnefici facendolo anche vostro commartire, vogliate anche a noi, paralitici della grazia, impetrare il moto di una vera conversione per mai più trasgredire la vera legge di Gesù Cristo.

PATER, AVE E GLORIA

Mentre corri al tuo martire

Dio per te fa dei portenti

In quegli ultimi momenti,

e ai tiranni muta il core

oh! Gran Santo Protettore. (bis)

7

Oh! Santo Apostolo della Spagna e nostro protettore Giacomo, che per simpatia d'affetto verso di voi ebbe la Vergine in tutto simile al Suo Unigenito che volle, colle proprie mani, trasferire la vostra purissima anima alla patria celeste, vogliate anche a noi, fatti ad immagine di Dio, ottenere assistenza d'entrambi, nel punto di nostra morte, per assicurarci la strada del paradiso.

PATER AVE E GLORIA

Oh! che bella ricopensa

Dona il cielo a chi costante

Ver Gesù si mostra amante

Godrà gloria e immenso amore

Oh! Gran Santo Protettore. (bis)

8

Oh! Santo Apostolo della Spagna e nostro Protettore Giacomo, per il singolare provolegio che vi concesse il nostro caro Maestro nel rendervi Protomartire agli Apostoli, vogliate concederci una viva brama di patire per Dio, deponendo anche la vita, siccome Voi ai comandi di Erode, deponeste il Sacrato corpo, ai piedi della Vergine, nel giorno stesso che egli morì su di un patibolo nel Calvario.

AVE, PATER E GLORIA

Deh! Via dunque o grande eroe

I nemici nostri atterra

Togli fame, peste e guerra

E gradisci il nostro amore

Oh! Gran Santo Protettore. (bis)

9

Oh! Santo Apostolo e nostro protettore Giacomo, per le grazie che di continuo spandete e tutto il mondo che in abito pellegrino concorre a venerare le vostre reliquie nella Spagna, nel di cui suolo, con indicibile miracolo l'esponeste, vogliate anche noi che vi abbiamo eletto per speciale Protettore, difenderci da ogni male in questa vita, per godere nell'altra la faccia beata, velata di Dion per tutti i secoli dei secoli, Amen.

PATER, AVE E GLORIA

Oh! che presto ognun di noi

Veder possa il Paradiso

La tua gloria, il tuo bel viso

Nel gran gaudio del Signore

Oh! Gran Santo Protettore. (bis)

OFFERTA

Gloriosissimo Apostolo, ardentissimo serafino di carità e zelo, tutelare Angelo della Chiesa militante San Giacomo, io N......, quanto più vile, altrettanto peccatore, mosso nondimeno dalla vostra impareggiabile santità e dal desiderio di imitare le Vostre erotiche virtù.

Non contento di vedervi costituito fedele custode di questo pubblico, prostrato oggi ai vostri piedi vi eleggo anch'io, in presenza dell'Angelo Custode e di tutta la coorte del Paradiso, per mio particolare protettore ed avvocato ed in segno della mia accesa devozione, vi offro liberamente il mio corpo ed i miei sensi ed operazioni, il cuore con tutti gli affetti e l'anima con tutto me stesso, acciò essendo tutto vostro, non pensi, non parli, non operi cosa alcuna, che non sia conforme al vostro genio ed al volere del nostro Divin Maestro.

Accettate dunque questa mia umile offerta e, se per il passato sono stato lontano dal vostro esempio, giacchè Voi alla prima voce ubbidiste ed io dopo tante invocazioni mi sono reso più sordo; Voi con un solo raggio di Pentecoste accendeste più regni ed io dopo replicati impulsi ed eccessiva carità, sono divenuto più freddo:

Voi insomma autenticaste la già promulgata fede con vostro sangue ed io anzi, ho sparso tanto di sudore per oltraggiarla.

Vi prometto, in avvenire, una perfetta imitazione delle Vostre virtù, un ardente zelo del vostro amore, ed una costante perseveranza nel visitarvi spesso esposto sull'altare. Bandite intantocosì da me come da questa città di Capizzi i meritati castighi ed impetratemi, dal Tribunale della Divina Misericordia, il perdono generale dei peccati commessi, una fida custodia dei presenti e di una invitta fortezza contro i mali futuri, acciò imitando l'innocenza di vostra vita possa alla fine spirare quest'anima come voi in presenza di Maria nostra comune signora, per ottenere mediante il patrocinio d'entrambi, dall'Eterno Giudice, favorevole la sentenza in quell'orribile momento da cui dipende la mia eterna salvezza e così goderlo per sempre con Voi Padre rimuneratore in trono rifulgentissimo di gloria,

Amen.